Trekking in autunno, consigli per fare escursionismo in questa stagione

Se nello scorso articolo abbiamo visto i primi consigli su come iniziare a fare trekking, ora vediamo insieme come vestirsi e cosa portare nello zaino se vogliamo fare un’escursione giornaliera.


Fare un trekking da una o mezza giornata è un ottimo modo per allenarsi e per prendere familiarità con l’ambiente, l’attrezzatura e con tutti gli strumenti necessari.

Prima di tutto, come dobbiamo vestirci per affrontare un trekking in autunno?

1 - Anzitutto è bene sapere che la temperatura esterna è diversa dalla temperatura percepita soprattutto in caso di vento. Il cosiddetto fenomeno “wind chill” infatti può abbassare la temperatura percepita anche di 7-8-10 gradi con raffiche di 25 km/h circa (approfondiremo il fattore “wind chill” nei prossimi articoli). Quindi il primo consiglio chiaramente è occhio al meteo e al vento.

2 - L’abbigliamento deve essere tecnico, caldo e traspirante, una buona combinazione è t-shirt tecnica – pile – giacca tecnica. Portiamo nello zaino anche sei vestiti di scorta in caso di cambio repentino di tempo e in generale non possono mai mancare cappello, guanti e una buona giacca impermeabile.

3 - Le scarpe e le calze avranno un articolo tutto dedicato a breve ma intanto è bene sapere che per l’inverno la calzatura alta alla caviglia è un’ottima scelta per le nostre escursioni. Abbinate alle scarpe possiamo portare le ghette per proteggere piedi, caviglia e polpaccio.

Cosa mettere nello zaino?

In base alla durata della vostra escursione capirete cosa è meglio mettere nello zaino.

Sia che facciate un trekking da mezza o intera giornata, sia che vi prepariate per camminare per più giorni, non deve mai mancare acqua (e magari un thermos con una tisana calda), qualche alimento energetico e un frutto e il necessario per orientarvi: la mappa dell’itinerario che farete, le tracce se avete un dispositivo adatto, una torcia e una bussola.

Anche un power-bank per caricare smartphone o dispositivi GPS è sempre utile. Come abbiamo già scritto non dimenticate cappello, guanti e giacca impermeabile.


Buone pratiche

1 - In autunno e inverno le giornate si accorciano quindi programmate le vostre escursioni per camminare con la luce. In ogni caso ricordate di portare con voi una torcia per precauzione.

2 - Portate con voi un sacchetto per i rifiuti per lasciare i sentieri come li abbiamo trovati.

3 - Il meteo può cambiare velocemente o può riservarci sorprese, possiamo incontrare fango o punti più difficili da attraversare. In questi casi è meglio non avventurarci fuori sentiero ma tornare indietro o cercare deviazioni su sentieri CAI tracciati e segnalati.

4 - Nebbia e scarsa visibilità può mettere alla prova il nostro orientamento. Controllate spesso la mappa, le tracce GPS se le avete e la segnaletica sul sentiero per controllare spesso la vostra corretta posizione.


E infine…

...buon cammino e buoni passi, l’autunno e l’inverno vi riserveranno meravigliose e variopinte scoperte!

39 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti